';
side-area-logo

Annalisa Malaguti

Biografia

Nasce a Bologna nel 1975, trasferita a Forlì con la famiglia nel 1980.
Qui frequenta l’Istituto Statale d’Arte e conosce il Maestro Daniele Masini, una influenza importante come insegnante e come artista.
Prosegue gli studi presso l’Accademia di Belle arti di Bologna conseguendo il diploma nel 2000 con il massimo dei voti nella specializzazione per Decorazione, accanto al Professor Claudio Rosi degli Esposti.

La sua ricerca artistica, dopo i primi anni di “confusione” si è concentrata sulla bellezza della natura. Ma non la natura “copiata” così come si presenta ai nostri occhi, bensì studiata e rivisitata anche con un pizzico di ironia.
Ama il surrealismo e le visioni oniriche ed improbabili di Salvador Dalì e Renè Magritte: sulla falsa riga dell’ispirazione di questi grandi Artisti nascono i primi dipinti e disegni con rane e lucertole, poi mosche, topi pesci.

Già durante gli anni di formazione presso l’Istituto d’Arte, inizia a partecipare a numerose mostre collettive e concorsi di pittura e fotografia sul territorio nazionale e internazionale ottenendo spesso buoni risultati, tra cui spiccano l’assegnazione di una delle borse di studio Premio Zucchelli nel 1998 e la selezione al concorso Arti Visive 3-l’Occhio in ascolto per la partecipazione alla collettiva presso il Palazzo Ducale di Genova, e la conseguente partecipazione alla collettiva Il Furore dei Novanta – Die blaue Begeisterung presso il palazzo Kunsthaus Tacheles di Berlino nel 2000.

L’attività artistica si interrompe per diversi motivi nel 2002, da quando apre in società una attività di artigianato artistico: Fattoamano; azienda costruita e cresciuta faticosamente fino alla fine del 2009.
A febbraio del 2010 le difficoltà economiche e personali la costringono ad uscire dalla società e a cambiare drasticamente vita.
Dal 2010 inizia una nuova esperienza come arredatrice di interni che la appassiona moltissimo.

Il cambiamento repentino di attività lavorativa, un trasloco, persone nuove con cui rapportarsi, sono uno stimolo per ricominciare ad avvicinarsi alla pittura, con una nuova consapevolezza e anche con nuove idee che la portano all’uso di materiali inconsueti, riprendendo il filo della sua arte dal punto in cui si era interrotto 10 anni prima.

E’ stata selezionata per la partecipazione al Premio Arte Roma 2106 e al Premio Lynx 2016.

Contatti

Facebook: annalisa.malaguti.3
Email: [email protected]