Casa Cavazzini

Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Udine

Casa Cavazzini

Casa Cavazzini sede del nuovo Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Udine si trova proprio nel centro storico della città. Acquisito dal Comune per volontà testamentaria di Dante Cavazzini, l’edificio è stato sottoposto ad un lungo lavoro di ristrutturazione su progetto dell’architetto Gae Aulenti e dal 2012 è stato aperto al pubblico diventando un museo moderno e funzionale, destinato a trasformarsi in un centro propulsore di cultura tale da rivalutare il cuore storico di Udine.

Il primo e il secondo piano dell’edificio accolgono il percorso espositivo permanente con un allestimento delle collezioni completamente rinnovato. Importanti raccolte di dipinti e sculture caratterizzano un itinerario artistico dalla fine dell’800 sino ai giorni nostri. Il piano terra del palazzo è dedicato all’allestimento di mostre temporanee e ad altri eventi collaterali.

Casa Cavazzini è il risultato dell’accorpamento di una serie di proprietà preesistenti tra via Savorgnana e via Cavour. Intorno al 1540 divenne proprietaria dell’immobile la famiglia Colombatti, originaria di Faedis. Agli inizi del ‘900 l’ultimo discendente della famiglia, il conte Gustavo Colombatti diede in affitto i locali del piano terra a Dante Cavazzini (1890-1987) che ne fece la sede del suo negozio di tessuti per l’arredamento Al Ribasso”.

Alla morte di Colombatti, nel 1937, Dante Cavazzini acquistò l’intero edificio trasferendovi la propria residenza. Fu così che il primo piano dello stabile fu fatto ristrutturare dall’architetto Ermes Midena (1895-1972) trasformando gli spazi in un appartamento con tutti i comfort. Al suo interno sono ancora oggi visibili parte degli arredi originari e le tempere murali che Afro Basaldella fu chiamato a realizzare, nel 1938, per decorare pareti e soffitto di alcune stanze.

I recenti lavori di restauro hanno portato inoltre alla luce, in alcune sale del primo piano, i pregevoli affreschi risalenti alla seconda metà del ‘300 raffiguranti soggetti profani. Due aree, lasciate a vista al piano terra, mostrano invece una bellissima vasca-cisterna “alla veneziana” del XVI secolo e lo spazio di un deposito di vasellame protostorico databile alla prima età del ferro (seconda metà dell’VIII sec a.C.), che costituisce il ritrovamento più antico documentato nel sito di “Casa Cavazzini”.

 

Le ampie sale del piano terra sono adibite a esposizioni temporanee, ma vi sono allestite anche opere delle collezioni permanenti. Nell’atrio è esposto il modello in gesso della Cancellata per il Mausoleo delle Fosse Ardeatine a Roma di Mirko Basaldella, realizzato tra il 1948-51, mentre nella parete di fronte trova posto l’installazione In teoria, realizzata da Marotta & Russo in occasione dell’apertura del museo (2012).

Orario invernale (30 ottobre  – 31 marzo): da martedì a domenica, 10.30 – 17.00
Orario estivo (1 aprile – 31 ottobre): da martedì a domenica, 10.30 – 19.00

Chiuso il lunedì

La biglietteria chiude 30 minuti prima

 

Mail:  [email protected]

Sito Web: www.civicimuseiudine.it